Museo di Arte Contemporanea e dell'900

it | en | fr |

10° Premio internazionale Biennale d'incisione 2017

Mostra omaggio a Picasso e Campigli


Esposizioni › 10° Premio internazionale Biennale d'incisione 2017

Le esposizioni antecendenti il 2016 si trovano nella sezione EVENTI

La 10ª edizione del Premio Internazionale Biennale d’incisione Città di Monsummano Terme, nella splendida Villa Renatico Martini, si ripropone, nuovamente come un evento ricco di opere di giovani artisti e maestri affermati e di numerose iniziative correlate, aperte ad un pubblico eterogeneo.

Un vincitore, sei segnalati e quarantatré artisti selezionati provenienti da Accademie di Belle Arti, vengono esposti assieme a fogli, incisi da due protagonisti del Novecento:

Massimo Campigli (1895-1971) e Pablo Picasso (1881-1973).

La vincitrice della edizione 2017 è Simona Saladino dell'Accademia di Belle Arti di Palermo con l'opera "La nave di pietra".

 

Maestri, allievi, artisti affermati e talenti alle prime armi, uniti nelle stanze del museo che per sua vocazione coniuga passato e futuro, in un continuum dove l’arte la fa da padrone.

La Spagna è il Paese ospite dell’edizione 2017, anno in cui ricorrono l’ottantesimo dalla creazione di Guernica e il centenario del viaggio in Italia di Picasso. Del grande artista spagnolo si potranno ammirare quindici grafiche. Quindici anche le litografie del pittore Massimo Campigli che rappresenta, invece, l’Italia.

In mostra solo quindici fogli di Picasso, un drappello di stampe che risulta decisamente sparuto se paragonato all’imponente produzione picassiana ma al quale va riconosciuto un merito: le stampe selezionate, che alternano capolavori assoluti a pezzi rari o dalle caratteristiche singolari, offrono uno sguardo su quasi tutti i periodi e le fasi stilistiche dell’artista, sulle diverse tipologie di incisioni realizzate e sulle tecniche adottate. È come se lo spettatore si trovasse di fronte a una serie di finestre, affacciandosi alle quali può ammirare, seppure con una prospettiva limitata e parziale, svariati momenti del percorso compiuto da Picasso nell’universo dell’incisione.

Campigli ci mostra, invece, le sue caratteristiche e onnipresenti figure femminili, reinterpretate attraverso il suo caratteristico linguaggio, costruito su di un arcaismo ricercato che nasce da modelli antichi quali l’arte egizia, bizantina, pompeiana, ma soprattutto etrusca

Ispirati alla penisola iberica, saranno anche gli spettacoli teatrali, i concerti e gli incontri che si susseguiranno per l’intera durata dell’evento espositivo, che arricchisce il calendario culturale di Pistoia Capitale della Cultura Italiana 2017.

 

Il concorso, che ha visto la partecipazione di ben 195 artisti, è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

La mostra è corredata da catalogo, pubblicato da Pacini Editore di Pisa, (ppgg. 160 con tavole a colori) con testi di Michele Tavola e Paola Cassinelli e presentazione di Annamaria Petrioli Tofani, presidente del comitato internazionale del Premio, già direttrice del Gabinetto Disegni e Stampe e della Galleria degli Uffizi.

 

Orario: Lun. giov. ven: 15.30-18.30; merc: 9.30; sab. dom. 9.30-12.30/15.30-18.30;

chiuso il martedì, il 25 dicembre 2017 e 1°gennaio 2018.

Ingresso gratuito

NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere gratuitamente sulla tua email inviti ai nostri eventi, aggiornamenti e novità

Informativa PRIVACY | Se invece vuoi cancellare la tua iscrizione clicca qui